L’ETNA L (Lineare) è una macchina Form Fill & Seal orizzontale (HFFS), meccanica, di piccole dimensioni, precisa, di facile utilizzo e manutenzione. Ideale per la realizzazione di buste flat di ottima qualità termosaldate su 3-4 lati.

Vantaggi

a. Flessibile : cambio formato molto rapido
b. Affidabile: qualità elevata della saldatura
c. Semplice : di facile utilizzo e manutenzione

Applicazioni

a. Buste monodose di elevata qualità
b. Piccole serie sampling industriali
c. Cosmetici e personal care (prodotti gel, creme e shampoo)
d. Farmaceutici OTC
e. Condimenti
f. Prodotti polverosi e granulari
g. Semi e sementi

Specifiche tecniche della macchina standard

La macchina, è dotata di variatore elettronico di velocità e di un robusto basamento in ghisa.
Tutte le parti della macchina a contatto con il prodotto sono in acciaio inox.
Il cambio di formato si ottiene mediante :
a. regolazione meccanica
b. sostituzione della lama piegatrice
c. sostituzione della tramoggia di scarico prodotto

La macchina è predisposta in modo tale che si arresti quando finisce la bobina; inoltre, può essere arrestata in un tempo predeterminato.
Le buste vengono saldate su tre lati. La larghezza della saldatura varia da 5 a 7 mm a seconda della necessità. A richiesta, è possibile effettuare la quarta saldatura. Nell’operazione di saldatura sono garantiti 100 N/cm2 con un termoregolatore per ogni punto di saldatura.

Analisi delle fasi

Prima fase
La bobina, posizionata nello sbobinatore , entra in macchina grazie ad un formatore che garantisce una corretta piega del film. In questa fase, quando è necessario, c’è l’inserimento del trasferimento termico nella zona dello sbobinatore.

Seconda fase
Il film passa attraverso due guide, cui segue la predisposizione della fotocellula (che viene utilizzata nel caso in cui ci fosse la bobina con tacca che segnala il passo esatto bella busta. Nel caso in cui non ci fosse la tacca sulla bobina viene garantito il passo esatto dal pannello operatore.

Terza fase
Sostegno del film grazie al quale si garantisce la linearità del film prima della saldatura Successivamente è posizionato l’antiritorno del film che permette un bloccaggio dello stesso affinché non si muova durante le varie fasi.

Quarta fase
Stazione di saldatura e dosatura. Questa stazione prevede una saldatura orizzontale bassa, chiamata "quarta saldatura", ed una saldatura verticale.
In questo gruppo è disposto anche il divaricatore. La sequenza di questa fase avviene in questo modo:
a. divaricatore in azione quando la pinza è aperta;
b. discesa dell’ugello del dosatore di tutta la sua corsa e nello stesso istante il divaricatore torna indietro;
c. azione pinza saldante verticale;
d. terminata la saldatura verticale il dosatore eroga il prodotto in fase di risalita;
e. pinza saldante si riapre ed il dosatore torna in posizione iniziale.
Successivamente è disposto un secondo sostegno film.
Una volta riempita la busta, avviene la saldatura orizzontale superiore; segue una guida film che permette un corretto passaggio del film fino alle cesoie.

Quinta fase
Taglio del film: in questa fase grazie all’azione di 2 cesoie viene tagliato il film.

Sesta fase
La busta tagliata viene afferrata nel lato orizzontale superiore da una pinza che, grazie ad una braccio dotato di una ventosa alla sua estremità, la prende e la rilascia sul nastro trasportatore di scarico.




CLICCARE QUI PER SCARICARE IL PDF ETNA

INDIETRO


italianoenglish

news